Risotto amarone e radicchio rosso

Il risotto è buono accostato a qualsiasi ingrediente, ma, secondo Samantha, preparato con amarone della Valpolicella e radicchio rosso ha una marcia in più.

Ingredienti per 4 persone

380 gr riso vialone nano
350 ml amarone della Valpolicella
1 radicchio rosso tipo Verona
60gr grana padano
2 cipolle gialle
1 carota
1 costa di sedano verde
olio evo
sale
pepe

Esecuzione

Prepare il brodo vegetale, ne servirà circa 1,5 lt  con una carota sbucciata, una cipolla e sedano aggiungendo l’acqua, lasciare bollire per un’ora.

Nel frattempo versate l’amarone in un pentolino e fate cuocere a fuoco basso.
Quando l’amarone comincia a sobbollire con l’aiuto di un’accendino o fiammifero accendete il fuoco all’interno del pentolino, questa operazione di flambatura serve a bruciare l’alcool presente nel vino.
Quando si spegne la fiamma coprite con coperchio e mettete il pentolino da parte.

Amarone

Sbucciate la cipolla e tritatela finemente, soffriggete fino a farla dorare.
Sminuzzate il radicchio e aggiungetelo alla cipolla, fate cuocere per 5 minuti bagnando il radicchio con 2 mestoli di brodo, aggiustare di sale e pepe.

In un tegame fate tostare il riso per 3 minuti a fuoco vivo, aggiungete il vino, il radicchio e portate a cottura bagnando il riso con il brodo, assaggiate e se serve aggiustate di sale e pepe.
Quando il riso è quasi cotto spegnete il fuoco, aggiungete 40 gr di grana e mantecate mescolando energicamente, fate riposare qualche minuto.
Impiattate e se volete servite con abbondante spolverata di grana padano.

******** *********

Abbinamenti

Amarone Villa Canestrari

Il vino più logico da abbinare è l’Amarone della Valpolicella Docg. Vino ottenuto da vitigni autoctoni quali corvina, corvinone e rondinella, l’Amarone è un vino importante, con un titolo alcolometrico minimo di 14%, che pare sia nato per caso da un Recioto nel quale si concluse la fermentazione. Il colore è intenso, rosso rubino con riflessi granata o granata, secondo il periodo d’affinamento. La consistenza è notevole e il profumo è intenso, ampio e ricco. Vi sono sentori di floreali e fruttati, di viole e altri fiori appassiti, di confettura di frutta rossa matura, ciliegia sottospirito. E poi si possono sentire note speziate come la cannella, la noce moscata, cuoio e tabacco.

Ada consiglia Plenum, Amarone della Valpolicella Docg di Villa Canestrari del 2008.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...